La polenta fritta in Puglia si chiama “Sgagliozza”

Bari è una città ricca di ricette “street food” e tra queste troviamo le amatissime Sgagliozze.

Ne avete mai sentito parlare? Credo proprio di si.
Si tratta di semplice polenta che dopo esser stata cotta in acqua viene fatta riposare, asciugata bene, tagliata a fette spesse di circa mezzo centimetro e poi immersa  in abbondante olio bollente ed insaporita con tanto sale.

Ancora oggi è tradizione trovare queste preparazione tra le vie della città vecchia, dove le massaie allestiscono banchi con dischi di polenta, che prontamente tagliano friggono in pentoloni molto grandi e vendono ai passanti. Le Sgagliozze sono un ottimo modo per consumare un aperitivo vista mare in compagnia di un buon calice di spumante rosè pugliese.

Ingredienti:

300 gr farina per polenta
1 litro di acqua (circa)
sale (q.b.)
olio per friggere

Preparazione:

In una pentola versiamo l’acqua, aggiungiamo il sale e la facciamo bollire.
Nel frattempo versiamo poco per volta la farina per la polenta.
Mescoliamo continuamente con un cucchiaio di legno.
Lasciamo cuocere fino ad ottenere una polenta dalla consistenza densa.
Non appena pronta, versiamo il composto su una spianatoia e lo stendiamo formando lo spessore da 1 centimetro oppure la sistemiamo all’ interno di stampi rettangolari, tipo quelli da plumcake.
Non appena fredda, la tagliamo e formiamo dei quadrati o rettangoli di circa 10 cm per lato.
Scaldiamo l’olio e friggiamo le nostre sgagliozze.
Appena fritte le poggiamo su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio e condiamo con sale.

 

Gallery
Menu