Marulli, il rosato che profuma di Salento

Questo è l’anno dei rosati, che portano gioia quando si consuma un aperitivo in compagnia e versatilità in tavola, con la loro infinita capacità di sposare a meraviglia una miriade di piatti. Quanto ai rosati prodotti da uve Negroamaro, beh questi sono diventati una pura istituzione che dall’assolato Salento hanno conquistato a suon di piacevolezza i palati attenti di mezzo mondo.

Ieri, sul chiaro di luna di una serata romana, con l’aria appena tiepida e il silenzio di una metropoli sonnacchiosa, mi sono regalato l’assaggio di uno dei rosati più gradevoli di Puglia, quello che i Marulli producono nell’incantevole campagna di Copertino. La loro è attività agricola di carattere familiare di vecchia data, con vigne vigorose ad alberello di quarant’anni d’età, con la forza dell’artistico fogliame che abbraccia grappoli che sembrano esseri viventi per quanto sono belli e raccontano della tradizione più pura di questo lembo del leccese.

In cantina si lavora per preservare l’integrità e la ricchezza delle uve che il sole cocente ha inzuccherato e i venti provenienti dal vicino mare coccolato a dovere.

Copertino Negroamaro Rosato Tenuta Paraida 2020 MARULLI

Negroamaro 100% – € 12

Il colore ricorda il corallo, con una tonalità cristallina. Rassicurante e intenso nella varietà d’aromi che esprime all’olfatto, con ricordi di visciole e pesca noce, melagranata, fragoline di bosco e un tocco di arancia sanguinella. Eccezionalmente vivace al sorso, ha energia da vendere espressa in una affilata freschezza che si completa con gustosa sapidità. Valida la persistenza con eco di frutta e toni di legno di rosa.

Come da premessa lo si può accostare a mille preparazioni, te lo consiglio sugli spaghetti con pesce San Pietro e pomodorini, sarà un ottimo compagno.

http://www.vinimarulli.com/

https://lucagrippo.it/

@lugrippo

Gallery

ADV

Leggi anche:

Menu